Eventi

Eventi

CONCERTO INAUGURALE

Homeopathy in Notes

Un concerto dedicato ai grandi maestri della musica che sono stati curati dall’omeopatia

 

Martedì, 24 settembre 2019

ore 19.30-20.30
Auditorium Sirene, Hotel Hilton Sorrento Palace

PROGRAMMA

Ludwig van Beethoven:

dalla Sonata op. 81a (“Les Adieux”), II movimento (“Abwesenheit” o “L’ Absence”, Andante espressivo)

Clara Schumann:

Scherzo n. 1 in re minore op.10

Fryderyk Chopin:

Polonaise-Fantaisie, op. 61

Maurice Ravel:

Pavane pour une Infante défunte

Pianoforte: Michele D’ambrosio

Maria Malibran:

“Addio a Nice” romanza da Dernières Pensées su testo di Pietro Metastasio

Gioachino Rossini:

“Assisa a pié d’un salice” da Otello

Mezzosoprano: Chiarastella Onorati
Pianoforte: Michele D’ambrosio

Cole Porter:

It’s De-lovely
I’ve got you under the skin
I concentrate on you

George Gershwin:

S’ wonderful
Our love is here to stay

Contralto: Kathleen M. Hanna Marino
Pianoforte: Michele D’ambrosio

Niccolo’ Paganini:

Ghiribizzo “Le streghe”
Minuetto dedicato alla Duchessa di Negro
Andantino variato, dalla ‘Grande Sonata’

Chitarra: Leonardo De Angelis

N.B.
Sarà possibile partecipare al Concerto Inaugurale solo previa registrazione ufficiale al Congresso.

 
GLI ARTISTI

Michele D’Ambrosio ha studiato pianoforte con Viviana Buzzai presso il conservatorio “S. Cecilia” di Roma, dove si è diplomato in Pianoforte con il massimo dei voti e la lode. Si è perfezionato successivamente con Aldo Ciccolini, Aquiles Delle Vigne, Hans Leygraf, Kazimierz Morski.
Vincitore di concorsi pianistici nazionali ed internazionali (“A.Cortot”, Milano; Capri; Marsala), ha svolto attività concertistica in Italia (Roma, Auditorium Parco della Musica Sala Petrassi, Sala Accademica di S. Cecilia; Brescia, Teatro Grande; Macerata, Teatro Lauro Rossi; Taranto, Teatro Orfeo; Genova, Palazzo Ducale, Sala “Quadrivium”, ecc.) ed all’estero (Germania, Regno Unito, Olanda, Croazia, Stati Uniti) sia come solista che in varie formazioni cameristiche e con orchestra (Filarmonica Marchigiana, Orchestra della Magnagrecia, ecc.)
Ha suonato per Radiouno, Radiotre e per Radio Vaticana.
Ha inciso le integrali pianistiche di Alfredo Casella (in tre cd Brilliant Classics) e, per la prima volta, di Ottorino Respighi (due cd, sempre per Brilliant Classics), entrambe oggetto di giudizi spesso lusinghieri da parte della critica. Ha registrato inoltre, nel centenario della nascita di Joaquìn Rodrigo (2001) un cd interamente dedicato a musiche per pianoforte del Compositore spagnolo ed un cd monografico, “Tempi DiVersi” (2005) dedicato al Compositore italiano Davide Farace.
Da novembre 2017 è titolare di cattedra di Pianoforte presso il Conservatorio “Morlacchi” di Perugia, dopo aver ricoperto il medesimo incarico nei conservatori di Vibo Valentia (1995-96) e Potenza (1996-2017).

Leonardo De Angelis, chitarrista e compositore, è riconosciuto internazionalmente come uno dei concertisti più interessanti delle ultime generazioni, rappresentando il passaggio e l’ integrazione tra la grande tradizione strumentale chitarristica e i nuovi linguaggi musicali contemporanei.

Nato a Roma nel 1962, ha iniziato a suonare bambino con il padre Claudio, debuttando in concerto tredicenne a Castel S. Angelo e diplomandosi in Conservatorio con il massimo dei voti, lode e menzione.

Ha vinto nell’ 81, ancora diciannovenne, il Concorso Internazionale “Pittaluga” di Alessandria ed è così il più giovane vincitore fra tutte le edizioni del prestigioso Premio riconosciuto dalla Federazione di Ginevra.

Ha studiato per il perfezionamento artistico e professionale con i più grandi Maestri del Novecento chitarristico: con Alirio Diaz a Roma dal ’77 al ’82 e con Andres Segovia a Madrid dall’82 all’86. Segovia gli ha tributato il riconoscimento di “temperamento musicale sempre d’accordo con le maggiori esigenze dell’arte” in una lettera di presentazione autografa.

Ha collaborato costantemente già dall’89, con Leo Brouwer, maggiore compositore chitarrista vivente, suonando i suoi Concerti per chitarra e orchestra sotto la sua direzione e incidendo sue opere in prima registrazione. Brouwer gli ha dedicato nel ’99 la sua composizione più imponente, il “Concerto Cantata”per Chitarra Coro e Orchestra, scritto simbolicamente su temi tratti dalla “Missa De Angelis”.

Nella sua carriera solistica

  • ha suonato nelle principali sale da concerto europee: Ateneo di Madrid, Sala Verdi di Milano, Mozarteum, RTF di Parigi, Gran Teatro di Cordoba, Maria Callas di Atene, Teatro Argentina di Roma, Palacio Fois di Lisbona, Paraninfo di Siviglia, etc.
  • invitato ai Festival di: L’Avana, Mexico, Puerto Rico, Bratislava, Volos, Zwolle, etc.
  • ha registrato per RAI di Roma, Radio France di Parigi, BBC di Londra, ORT di Vienna, etc.
  • ha inciso CD per Quadrivium, Decca e Universal.
  • ha ottenuto il consenso della stampa specializzata: “sa esprimere la sua profonda musicalità con forza dirompente senza mai perdere grazia ed eleganza” (Classical Guitar Magazine); “un artista prezioso e raffinato, sicuro della sua arte” (Les cahiers de la Guitare); etc.

La sua attività accademica:

  • è Docente ordinario di Chitarra presso il Conservatorio di “S.Cecilia ” di Roma.
  • tiene master-classes presso il Polytechnic of Lancashire, la Ingesund Akademie, l’ Università di Leuven, il Conservatorio di Salamanca, etc.
  • è stato Professore di Metodologia dell’educazione musicale presso l’Università RomaTre (2000/2008), pubblicando i testi di riferimento “Metodologia della musica e comunicazione sonora” (Mondo Nuovo, Roma 2003) e “Musica per crescere” (Cittadella, Assisi 2004)
  • ha tenuto i Corsi di Organologia degli strumenti a corda presso l’ Università di Ferrara (1995/1996).

I suoi ruoli artistico-istituzionali:

  • consulente per i Festival chitarristici di Assisi, Rieti, Sermoneta, Pistoia.
  • Direttore artistico dell’ “Itinerario Chitarra” per il Teatro dell’Angelo in Roma.

Nella recente attività di compositore ha tenuto prime esecuzioni di proprie opere al Festival Segovia di Madrid, alla Radio Algerina di Algeri e alla Barok Saal di Vienna.

Chiarastella Onorati ha intrapreso la carriera di musicista come pianista e svolgendo un’intensa attività concertistica come solista ed in formazioni cameristiche. Scoprendosi una voce di mezzosoprano dal timbro scuro, nel 1993 sceglie di dedicarsi esclusivamente alla professione di cantante lirica, diplomandosi in canto e perfezionandosi con Corinna Vozza e Margherita Rinaldi.

L’estensione di registro (dal Sol2 al Do5) le permette di affrontare il repertorio dal Seicento ai giorni nostri; tra i ruoli operistici interpretati ricordiamo: Maddalena (Rigoletto), Federica (Luisa Miller), Azucena (Trovatore) di Verdi, Suzuki (Madama Butterfly) e Zia Principessa (Suor Angelica) di Puccini, Amalia (Mala vita) di Giordano, Cecri (Mirra) di Alaleona.

Si dedica, inoltre, con particolare attenzione al repertorio vocale da camera spaziando dalla liederistica tedesca alla produzione russa, francese, italiana e spagnola (ha al suo attivo la registrazione integrale della Musica vocale da camera di Giuseppe Martucci (2006) ed un CD dedicato a Franz Liszt (2011), registrato in collaborazione con Giulio De Luca, col quale collabora stabilmente da oltre venti anni), ed al repertorio sacro ed oratoriale (Stabat Mater di Pergolesi, Stabat Mater e Petite Messe Solennelle di Rossini, Messa da Requiem di Verdi, Requiem di Mozart, Johannes Passion di Bach, tra gli altri).

La consolidata formazione di strumentista le consente di esprimersi con agio nella musica moderna e contemporanea, interpretando spesso composizioni in prima esecuzione assoluta. Tra queste si ricordano Sul passaggio del tempo e Al di qua dell’improvvisa barricata di G. Manzoni (per la stagione 2004/05 dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia), In memoria di coloro che amiamo di I. Ravinale, L’acqua assomiglia all’anima dell’uomo e Noi non sappiamo di I. Vescovo, Traghetti e Il sogno di Arsenio di M. Filotei.

Ha collaborato con direttori quali Peter Maag, Marcello Panni, Lu Jia, Reynald Giovaninetti, Will Humburg, Karl Martin e registrato per Musicaimmagine Records, Foné, RaiTrade, Tactus.

È Professore ordinario di Pianoforte presso il Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia, dove è anche Professore a contratto di Musica vocale da camera per il Biennio di Canto.

Nessun commento

74 th LMHI Homeopathic World Congress
DO NOT FORGET TO BOOK IN ADVANCE YOUR ACCOMMODATION. PLEASE VISIT OUR WEBSITE FOR SUGGESTIONS
74° LMHI Congresso Mondiale Omeopatico
NON DIMENTICARE DI PRENOTARE IN ANTICIPO IL TUO ALLOGGIO. SI PREGA DI VISITARE IL NOSTRO SITO PER SUGGERIMENTI